↑ Torna a Trattamenti

Disinfezione

La disinfezione è una misura atta a ridurre la quantità di microrganismi (batteri, virus, funghi, muffe, protozoi) di almeno centomila volte, tramite uccisione, inattivazione o sollevamento, al fine di rendere esente da qualsiasi fonte di infezione l’ambiente trattato.

Gli ambienti interni e gli oggetti con un più elevato grado di umidità (bagni, cucine, water, lavelli, asciugamani o strofinacci da cucina) sono normalmente contaminati da batteri e altri microbi coi quali viviamo a contatto giornaliero.

Il nostro sistema immunitario è però in grado di difenderci adeguatamente. Sicché l’obiettivo più realistico da perseguire è semplicemente un adeguato livello igienico, che si ottiene rimuovendo i ricettacoli di germi.

nebulizzazioneIn questi casi, si può ridurre la carica microbica di pavimenti, servizi igienici e arredi erogando una soluzione di disinfettanti specifici (ipoclorito di sodio, sali quaternari di ammonio, sostanze enzimatiche).

La disinfezione diviene indispensabile dopo la rimozione di carcasse di roditori, piccioni, o di altri animali, dopo la contaminazione ambientale da parte di insetti, e dopo la bonifica di aree sensibili da materiale organico.

Importante è, inoltre, la sanificazione e disinfezione delle condutture di aerazione o dei sistemi idraulici per evitare rischi di legionellosi (polmonite batterica causata da Legionella pneumophila), problematica che sta divenendo molto più frequente in Italia.

Una drastica diminuzione della carica microbica ambientale (la distruzione completa non è di fatto realizzabile) può però rendersi necessaria quando nella struttura vi sono persone particolarmente suscettibili al rischio di infezioni.

FumisporeUn sistema efficace e di semplice applicazione per i trattamenti di disinfezione antimicrobica, è l’utilizzo di disinfettanti fumogeni. Il fumogeno ha un’azione sia battericida che fungicida che si esplica in 4 fasi:

La diffusione del principio attivo avviene uniformemente in tutto l’ambiente da trattare anche per volumi molto grandi (migliaia di m 3) a differenza degli aerosol umidi i quali, a causa della limitata diffusione delle particelle umide, non risultano indicati per grandi volumi. Si ha quindi una fase di aggregazione, in cui le particelle dei fumiganti si fissano sui microrganismi e li neutralizzano racchiudendoli in aggregati compatti. Durante le prime ore di trattamento si esplica la distruzione chimica dei microrganismi presenti nell’aria e sulle superfici. Infine avviene la sedimentazione che consente una vera e propria bonifica dell’aria.

VEDI ANCHE: