↑ Torna a Trattamenti

Derattizzazione

I sistemi di derattizzazione prevedono, secondo le norme di sicurezza, la installazione di erogatori d’esca rodenticida, in numero sufficiente per la copertura delle zone interessate e dei punti critici.

Gli erogatori sono in materiale plastico resistente e indeformabile sono dotati dichiusura di sicurezza. Inserita nel vano di alloggio dell’erogatore, l’esca, si ancora perfettamente a esso impedendone la fuoriuscita accidentale.

L’esca può quindi essere solo consumata all’interno e non può essere dispersa nell’ambiente pertanto è possibile stabilirne il consumo e valutare il livello di infestazione. Gli erogatori vengono controllati a intervalli di tempo ravvicinati per la sostituzione delle esche deteriorate con esche nuove appetibili.

Tutte le esche utilizzate sono a base di anticoagulanti a dose cronica o acuta secondo necessità. La formulazione delle esche è particolarmente resistente all’umidità e non perde le sue qualità, conservando a lungo il suo potere adescante. Le esche contengono il denatonio benzoato sostanza che impedisce l’ingestione accidentale da parte dell’uomo e di animali no-target.

 

eko01

Derattizzazione ecologica

La derattizzazione ecologica è consigliata in ambienti o situazioni in cui non è consentito l’uso di esche rodenticida e viene eseguita mediante il sistema EKOMILLE. Esso si avvale di postazioni ecologiche con funzione adescante e selettiva nei confronti delle popolazioni murine (ratti, topi). L’adescamento avviene tramite sostanze naturali (semi di girasole, grasso di maiale, pinoli, ecc.) che non contaminano l’ambiente e …

Vedi pagina »