↑ Torna a Infestanti

Moscerini

Con il nome comune di moscerini si identificano in realtà animali piuttosto diversi: dalle nuvole di piccoli insetti che spesso si vedono alzarsi all’imbrunire, a quelli della frutta e ancora ai pappataci che si trovano nelle fogne. In queste sede ha senso occuparsi solo di quelli che hanno una valenza in relazione al tema igienico  e sanitario: in particolare drosofile e pappataci. Le prime interessano in particolar modo i luoghi dove si conservano o lavorano alimenti, mentre i secondi  – che stanno in ambenti umidi – si trovano facilmente anche nei bagni o in prossimità di luoghi dove l’acqua ristagna.

Il trattamento nei confronti di un’infestazione di questi insetti varia a seconda di molteplici fattori. A seconda dei casi si può ricorrere al trattamento chimico con nebulizzazioni o ai trattamenti murali e dei ristagni d’acqua con insetticidi ad azione abbattente e residuale. Anche tuttavia le trappole a luce ultravioletta possono essere un ausilio eccellente per debellare questi infestanti.

VEDI ANCHE:

Drosophila melanogaster

Moscerini – Biologia e comportamento

DROSOFILE Gli insetti del genere Drosophila hanno occhi rossi, con alcuni anelli neri trasversali nel loro addome. In Drosophila melanogaster è evidente il dimorfismo sessuale: le femmine sono lunghe 2.5 mm, mentre i maschi sono un po’ più corti e il loro corpo presenta una colorazione arancio tranne nella parte terminale che è più scura. …

Vedi pagina »