↑ Torna a Formiche

Informazioni generali sulle formiche

FormicheLe formiche sono insetti “sociali”, nel senso che vivono riuniti in società ove ogni individuo lavora in funzione del benessere della comunità. La vastità della famiglia e la diversità di costumi delle numerosissime specie fanno sì che nessun altro gruppo di insetti sociali abbia altrettanta varietà di modalità di vita e di forme sociali.

 

 

Nidiformicaio

La struttura del “nido” (formicaio), varia notevolmente in relazione al materiale che trovano e al clima di un determinato ambiente. Di conseguenza, anche la loro organizzazione sociale varia notevolmente da gruppo a gruppo e pertanto le loro abitudini sono, in un certo senso, più varie e interessanti di quelle delle api e delle vespe.

Comportamento e biologia

Le formiche vengono attratte nelle abitazioni essenzialmente dalle sostanze zuccherine, pur non trascurando alimenti di varia natura; si possono osservare in lunghe file, nell’incessante via vai sul pavimento, sulle pareti dei locali, ove penetrano attraverso porte e finestre, spesso sfruttando le più minute fessure.

Si tratta di specie dai costumi sociali evoluti, altamente polifagie, per le quali spesso la scelta del cibo è legata alle esigenze di sviluppo della colonia in quel determinato momento. E così, se un’alimentazione zuccherina è in genere preferenziale per il mantenimento della famiglia stessa, nei momenti di massima produzione di uova e di sviluppo della covata, si accresce il fabbisogno di sostanze proteiche che le operaie ottengono dalle predazione nelle case, nelle industrie alimentari, negli allevamenti, nonché dall’aggressione di altri insetti. Le formiche sono insetti “sociali”, nel senso che vivono riuniti in società ove ogni individuo lavora in funzione del benessere della comunità.

La vastità della famiglia e la diversità di costumi delle numerosissime specie fanno sì che nessun altro gruppo di insetti sociali abbia altrettanta varietà di modalità di vita e di forme sociali. La struttura del “nido” (formicaio), varia notevolmente in relazione al materiale che trovano e al clima di un determinato ambiente. Di conseguenza, anche la loro organizzazione sociale varia notevolmente da gruppo a gruppo e pertanto le loro abitudini sono, in un certo senso, più varie e interessanti di quelle delle api e delle vespe.

Le formiche vivono in genere nel terreno, anche a grande profondità; molte volte, però, riescono ad attrezzare la loro dimora in intercapedini di pareti o in luoghi estremamente difficili da raggiungere quando si tratta di impostare una lotta razionale, fuoriescono gli individui sterili (operai e soldati) per i loro compiti specifici. Molte specie possono allontanarsi in modo notevole  dalla propria sede raggiungendo anche i piani più alti di edifici abitativi e rendendo così spesso vana la lotta localizzata nei locali infestati.

A volte, le formiche presentano più femmine feconde in un nido (sono cioè caratterizzate da poliginia), e conseguentemente il numero di individui di una sola colonia può raggiungere valori elevatissimi. Le femmine fertili, in tarda primavera-estate, sciamano per costituire nuove colonie: essendo in tale epoca provviste di ali, sono molto attratte dalla luce e, nelle serate calde, penetrano pure attraverso finestre aperte non tanto alla ricerca di cibo, quanto per lo stimolo derivante dalla sorgente luminosa. Dopo l’accoppiamento ha termine la sciamatura: le regine perderanno le ali e daranno inizio alla fondazione della nuova colonia.

VEDI ANCHE: