CIMICI DEI LETTI: TRATTAMENTI DI DISINFESTAZIONE

Cimici su materassoI trattamenti di disinfestazione contro la cimice dei letti vengono pianificati quando si rileva la presenza del parassita in un determinato ambiente. Questo può emergere da segnalazioni specifiche, da evidenze rilevate durante un’ispezione o un monitoraggio.

Tuttavia quando in una camera sono presenti pochi individui di Cimex lectularius, l’infestazione non è sempre facilmente rilevabile, e può trattarsi di un’infestazione latente. Pertanto come misura di profilassi proponiamo sempre di eseguire un trattamento iniziale preventivo (preferibilmente nel periodo primaverile) di sanificazione ambientale mediante vapore associato a un disinfettante.

Trattamento a vapore

Vengono trattati tutti i punti critici erogando il vapore in crepe, fessure, in particolare si esegue un trattamento al materasso (previa ispezione), alla struttura del letto in ogni sua parte, a zoccoletti, coprifili di porte e finestre, prese elettriche, quadri, lampadari, pareti e i pavimenti laddove possibile.

Il trattamento viene eseguito utilizzando il macchinario di seguito descritto.erogatore vapore

Caratteristiche

  • Erogatore vapore con camera di espansione controllata per ottenere un’elevata temperatura del vapore in uscita.
  • Vapore saturo surriscaldato secco in uscita ad una temperatura fino a 180 °C.
  • Sistema a riempimento continuo della caldaia.
  • Maniglione estraibile per un facile trasporto.
  • Sacca in tessuto per alloggiamento accessori.
  • 4 ruote piroettanti antitraccia (di cui 1 antistatica).

La particolarità del sistema risiede nella tipologia di vapore, che, dopo essere stato generato in caldaia come nei tradizionali generatori di vapore, viene ulteriormente surriscaldato nell’erogatore prima dell’uscita fino a una temperatura di 180 °C. All’atto dell’erogazione, il vapore viene miscelato a un sanificante, una soluzione idro-alcolica contenente metasilicato di sodio e carbonato di sodio erogabile in presenza di persone. Il getto di vapore a 180°C è in grado di eliminare gli insetti adulti, le larve e le uova perché ne causa lo shock termico.

nebulizzazioneTrattamento chimico

A integrazione dei sistemi precedentemente descritti è previsto l’ausilio di insetticidi. Si impiega una pompa irroratrice con un insetticida liquido registrato e adatto allo scopo, ad azione abbattente e residuale, in tutta la camera, facendo particolare attenzione ai punti critici. Terminata tale operazione si procede alla nebulizzazione del volume della stanza mediante Nebulizzatore elettrico ULV.

 

VEDI ANCHE:

TORNA A: